INTEL HA ANNUNCIATO L’ARRIVO DI PC CHE INCLUDONO LA 5G, IL CHE È SEMPLICEMENTE SBAGLIATO

 Chipzilla ha bisogno di qualcosa di più dei suoi vecchi amici produttori di PC per vincere il 5G

Intel ha annunciato trepidante che i suoi modem 5G verranno implementanti nei PC Portatili di Dell, HP, Lenovo e Microsoft a partire dalla seconda metà del 2019 e che i prototipi di detti laptop verranno mostrati  al Mobile World Congress (MWC) della prossima settimana.

Il che in realtà è una pessima notizia, perché i laptop con modem incorporati non sono mai diventati un grande mercato e Intel ha bisogno di ben di più dei suoi vecchi amici del PC per vincere il settore del 5G.

I PC connessi non riuscirono ad avviarsi.

La casa degli analisti TrendForce ci ha detto di ritenere che nel 2018 verranno spediti da 500.000 a un milione di dispositivi, meno dell’1% dei 163.8 milioni di portatili che si prevedono in commercio quest’anno.

Gartner ha notizie leggermente migliori.  Ha valutato l’impatto dei PC Windows 10 Qualcomm previsti arrivare a breve, con il documento del 2017 Intitolato:  “I sempre connessi  PC,  basati sulla eSIM di Microsoft possono sbloccare la crescita dei segmenti inutilizzati”.

Gli autori Tracy Tsai, Lillian Tay, King-Yew Foong hanno predetto che “entro il 2020, il 13% dei PC portatili sottili e leggeri venduti sarà sempre connesso, con modem discreti o del tipo integrati system-on-chip (SoC) per soddisfare esigenze specifiche sia per quanto riguarda le prestazioni  o per l’uso generale. ”

Ma Gartner ha anche previsto che il mercato dei PC ultramobile raggiungerà gli 80 milioni nell’anno 2019. Ciò lascerà a Intel uno spazio di combattimento per il 13% di quel mercato: appena 10,4 milioni di unità.

Inoltre, non c’è motivo per aspettarsi che molti dei 10,4 milioni di unità utilizzino il 5G, perché i vettori iniziano sempre la distribuzione di nuove reti mobili in località di alto valore quali  quartieri sedi di affari e aeroporti. I primi chilometri quadrati di copertura non faranno i computer portatili dotati di 5G. 4G sarà una scommessa migliore per un bel po’di tempo tra coloro che hanno bisogno che i loro PC siano connessi a tempo pieno.

Le notizie di Intel sui PC 5G con il suo silicio all’interno, in realtà, rivelano che è pronto ad entrare in un mercato destinato a rimanere presumibilmente piccolo per anni.

L’annuncio del PC a 5G significa quindi  meno  un primo sguardo al futuro brillante del computer portatile, e piuttosto un segnale  di quanto Intel insegua il disperato tentativo di catturare il mercato dei 5G … o qualsiasi nuovo mercato, in realtà. L’azienda ha fallito nel settore mobile, ha dimostrato qualche intenzione di voler andare alla conquista del mercato IoT e sembra che soffra nel settore del centro dati visto che AMD rappresenta una vera alternativa. Oh, e chi potrebbe dimenticare che Intel è stata continuamente bersagliata a causa dei disastri perpetrati da Meltdown e Spectre?

Un’altra cosa da ricordare: HP Ink utilizza già il silicio Qualcomm per i suoi PC compatibili con 4G, punto che ricordiamo per sottolineare il fatto che Intel non avrà per sé il mercato dei modem PC sempre connessi.

Le promozioni Intel pre-MWC fanno anche riferimento alle demo di interoperabilità 5G a MWC, oltre a una collaborazione che dovrebbe vedere i suoi modem XMM 8000 5G raggiungere gli smartphone cinesi nel 2019. Questo è il motivo per cui Intel ha bisogno di entrare nel 5G, perché alcuni milioni di PC dotati di 5G all’anno non faranno la differenza  né saranno,in alcun modo, responsabili o rappresentativi dei cambiamenti che le reti di nuova generazione creeranno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *